Nasce a Cagliari la prima “palestra letteraria”:uno spazio per chi vuole allenare il proprio talento

30/05/2022
Andrea Melis
Andrea Melis
Cagliari. Sarà inaugurata a Cagliari lunedì prossimo, 6 giugno 2022, la prima Palestra Letteraria in Italia, uno spazio fisico e permanente dedicato a chi vuole scrivere. La sede sarà il teatro degli Intrepidi Monelli, nel quartiere di Sant’Avendrace. Un quartiere di periferia che accoglierà chi si sente spesso alla periferia del mondo editoriale: gli autori esordienti e gli aspiranti scrittori.
“Per la prima volta si offrirà uno spazio attrezzato che può accogliere in gruppo chi ama scrivere.
La scrittura è spesso uno sforzo solitario e faticoso – spiega il fondatore, Andrea Melis, poeta e scrittore, autore Feltrinelli che da vent’anni si occupa di scrittura e cultura -. La Palestra Letteraria nasce per trasformarlo in un momento costruttivo, stimolante, divertente in cui crescere e arricchirsi umanamente come persone oltre che come scrittori” afferma l’ideatore. “Esistono librerie dove comprare libri, biblioteche dove leggerli, festival dove promuoverli, e adesso finalmente c’è anche uno spazio dove scrivere in santa pace, lontano da impegni di lavoro e famigliari, e soprattutto dove far incontrare e dialogare la comunità degli aspiranti scrittori”.
Proprio come l’istruttore di una vera Palestra Andrea Melis offrirà una serie di “attrezzi” attraverso cui “allenare” il proprio talento.
“In un famoso libro di Pat Walsh, uno dei più importanti editor americani, intitolato “78 ragioni per il cui il vostro libro non sarà mai pubblicato” la prima ragione è: perché non lo hai ancora scritto” spiega Melis. “Quindi l’appuntamento settimanale in Palestra aiuta innanzitutto a motivare le persone nel portare a termine i loro progetti letterari. A tirare fuori il libro dal cassetto, quelle poesie mai riordinate, quei racconti di famiglia che potrebbero diventare un romanzo. Farlo circondato da altri scrittori con cui bere un caffè, scambiare opinioni ed esperienze rappresenta il secondo punto di forza dell’iniziativa. Dopo questi anni durissimi di distanziamento fisico e mentale bisogna ricominciare a investire sui luoghi fisici e sui rapporti umani, sulla bellezza e sulla cultura”.
La Palestra Letteraria non intende sostituirsi alle scuole di scrittura esistenti, ma anzi si avvarrà di collaborazioni con docenti e insegnanti esterni che aiuteranno gli iscritti a sviluppare non solo il loro talento, ma anche una professionalità completa rispetto al mondo dell’editoria. “Ogni mese la Palestra ospiterà autori, editor, agenti letterari, editori, librai e figure di livello internazionale del mondo dell’editoria, perché oltre a esercitarsi nella scrittura è importante acquisire competenze sulla filiera produttiva del libro e su cosa significhi veramente il mestiere dello scrittore – spiega -. Io sarò un “coach” che motiverà singolarmente gli iscritti, li seguirò nei progetti e farò loro delle schede di allenamento, consigliando letture, manuali, film, corsi di scrittura e percorsi che poi saranno condivisi durante gli incontri. Inutile dire che questo è solo l’inizio: la Palestra ha tanti altri progetti che saranno svelati nei 4 open day per i quali vi diamo appuntamento dal 6 di giugno”.

Il PROGRAMMA
Il programma prevede nel mese di giugno nei 4 open day gratuiti aperti a tutti (scrittori, giornalisti, lettori, amanti dei libri e semplici curiosi) finalizzati a familiarizzare con lo spazio e incontrare gli ospiti speciali della Palestra. Per 4 lunedì, dalle 19 alle 22, il fondatore Andrea Melis presenterà il progetto e intervisterà autori, registi, agenti letterari, editori, e tante figure di livello internazionale che hanno deciso di sostenere la Palestra.

Nel dettaglio:
Lunedì 6 giugno dalle 19,00 si parlerà di scrittura con giovani autori e maestri affermati.
Andrea Melis dialogherà in presenza sui trucchi del mestiere con i giovani autori Matteo Porru, Cristian Mannu, Valeria Pecora e intervisterà poi un vero maestro internazionale come Massimo Carlotto, che si collegherà da Padova.

Lunedì 13 giugno si parlerà di vari linguaggi e di scuole di scrittura
Si parlerà di poesia con un autore di acclarata fama come Franco Arminio, di scrittura teatrale con Tiziana Troja delle Lucido Sottile, e di scuole di scrittura con Ciro Auriemma e Francesco Trento autori e docenti.

Lunedì 20 giugno si parlerà del ruolo dell’Agente Letterario con Maria Cristina Guerra, socia della Grandi&Associati, la più antica agenzia letteraria d’Italia. Di scrittura giornalistica con Costantino Cossu, decano dei giornalisti culturali sardi.  Di cinema e regia con il giovane regista e direttore artistico Joe Juanne Piras, e di come organizzare eventi letterari, e club di lettori di successo con la Manager Culturale Giuditta Sireus.

Infine, il 27 giugno si concluderà con un ospite speciale come Piergiorgio Pulixi, tra i giovani autori più promettenti in Europa, con Patrizio Zurru nel ruolo multiplo di ex libraio, agente, editor, editore, Claudio Loy, fondatore del gruppo Facebook “Scrittori e scrittrici emergenti” che conta oltre 20 mila iscritti, per concludere con una inedita tavola rotonda sul ruolo delle librerie che coinvolgerà quattro storiche e agguerrite libraie cagliaritane: Maura Lusci, Laura Ancis, Luisa Siddi e Ilaria Pintus.

Tutto questo sarà solo un assaggio di quello che si troverà nella Palestra Letteraria, i cui allenamenti ripartiranno da settembre e andranno avanti sino a giugno 2023.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Angolo della critica

"Racconti erranti" presenta "Gli statuti sassaresi: la legge del vivere in Comune"

Ritorna il progetto di storytelling "Racconti erranti" con un immersione nelle atmosfere della Sassari medioevali" dal titolo "Gli statuti sassaresi: la legge del vivere in comune",24-25-26 novembre  piazza della Frumentaria

"Il domatore di leoni" ultimo libro di Cammilla Lackberg

Il nono capitolo della fortunata serie poliziesca svedese che ha come protagonisti Patrik Hedstrom ed Erika Falk

Michela Murgia (foto: SassariNotizie.com)

Michela Murgia "Accabadora" a Praga

Presentato dalla scrittice all'Istituto Italiano di Cultura a Praga il libro "Accabadora" nella sua traduzione ceca