“Immaginando Gramsci”, il concorso nel 130° anniversario della nascita

08/01/2021
“Immaginando Gramsci”: c'è tempo fino al 15 gennaio per le iscrizioni delle scuole. Insieme al concorso, sono previsti seminari per studenti e docenti e premi da spendere nell'acquisto di libri e materiale didattico
«Portare Gramsci e il suo pensiero dentro le scuole». Queste le parole d'ordine delle tre associazioni che organizzano il concorso “Immaginando Gramsci”, inserito quest'anno all'interno del programma di celebrazioni per il 130° anniversario della nascita del filosofo e politico originario di Ales, organizzate in collaborazione con alcune associazioni gramsciane italiane e internazionali.
Fumetti, disegni, racconti, poesie, saggi o prodotti di natura multimediale: la tipologia di opere che è possibile presentare al concorso è variegata ed è orientata a favorire l'inclusione di tutti i tipi di linguaggi, in particolare quelli usati quotidianamente dai più giovani.
Un viaggio, quello del pensiero gramsciano, che continua ancora oggi a 130 anni dalla nascita del suo autore, e che passa anche per iniziative di questo tipo. E come in tutti i viaggi, il bello sta nel percorso, e non solo nel raggiungimento della meta. Così, tutte le scuole che aderiranno avranno diritto a partecipare a un seminario, dedicato agli studenti, sulla figura e l'opera di Gramsci. Non solo, gli organizzatori si mettono a disposizione anche per momenti formativi dedicati ai docenti.
Il concorso, giunto ormai alla nona edizione, si rivolge agli studenti e alle studentesse delle scuole sarde di ogni ordine e grado, ed è articolato in tre sezioni dedicate alle scuole primarie, alle scuole secondarie di primo grado e alle superiori. Le iscrizioni vanno inviate entro il 15 gennaio all'indirizzo immaginandogramsci@gmail.com utilizzando il modulo allegato al bando.
I ragazzi potranno partecipare come singoli, in gruppi oppure come classe intera. Il tema delle opere che possono essere presentate riguarda la biografia, i lavori e l'eredità culturale di Antonio Gramsci. La consegna degli elaborati è fissata per il 12 maggio.
La commissione giudicatrice individuerà in ciascuna delle tre sezioni le prime due migliori opere. Il primo e il secondo premio consistono in buoni, del valore di 800 e 400 euro, da spendere per l’acquisto di libri e materiale didattico o servizi legati alla didattica.
Il concorso è organizzato dall'Associazione Casa Natale Antonio Gramsci di Ales, dall'Istituto Gramsci della Sardegna e dall'Associazione per Antonio Gramsci di Ghilarza, con il supporto scientifico del GramsciLab - Centro di studi interdipartimentale dell’Università di Cagliari e il contributo della RAS.
Il bando può essere scaricato dal sito dell’Associazione casa natale Gramsci di Ales.
Sono passati 130 anni dalla nascita ad Ales di Antonio Gramsci, il pensatore e filosofo italiano più letto e studiato nel mondo. Ancora oggi, dopo più di un secolo dalla sua nascita e a 84 anni dalla sua morte provocata dal regime fascista, il suo pensiero e le sue opere sono all'origine di lavori di ricerca e riflessione in tutto il mondo, con la bibliografia degli studi gramsciani che ha raggiunto e superato le 20 mila opere complessive.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Angolo della critica

"Racconti erranti" presenta "Gli statuti sassaresi: la legge del vivere in Comune"

Ritorna il progetto di storytelling "Racconti erranti" con un immersione nelle atmosfere della Sassari medioevali" dal titolo "Gli statuti sassaresi: la legge del vivere in comune",24-25-26 novembre  piazza della Frumentaria

"Il domatore di leoni" ultimo libro di Cammilla Lackberg

Il nono capitolo della fortunata serie poliziesca svedese che ha come protagonisti Patrik Hedstrom ed Erika Falk

Michela Murgia (foto: SassariNotizie.com)

Michela Murgia "Accabadora" a Praga

Presentato dalla scrittice all'Istituto Italiano di Cultura a Praga il libro "Accabadora" nella sua traduzione ceca